Il Forum UNI-CIG 2017

GAS NATURALE, BIOMETANO, GNL, BIOGNL: IL MIX DI CONSUMI ENERGETICI È ORAMAI UNA REALTÀ. Quali i possibili sviluppi per un sistema integrato multi-gas?

Le politiche in atto di diversificazione energetica e di maggiore impiego di fonti rinnovabili nonché l’implementazione a livello nazionale della Direttiva sui combustibili alternativi, stanno prefigurando l’espansione di reti alternative all’utilizzo storico del gas metano, che dispone sia in Italia e in Europa di imponenti infrastrutture di trasporto, distribuzione e stoccaggio.

Nel caso del Gas Naturale Liquefatto (GNL), il cui uso è stato fino ad oggi limitato, si registra lo sviluppo di una nuova filiera orientata al suo diretto utilizzo, (nel settore dei bunkeraggi, nel rifornimento dei veicoli pesanti, come combustibile distribuito da apposite reti in aree non altrimenti economicamente metanizzabili). Mentre il biometano, prodotto da FORSU, da materie di origine agricola e non solo, sta guadagnando dimensioni ed economie di scala impensabili fino a qualche anno fa.

Tutto ciò sta prefigurando lo sviluppo di sistemi infrastrutturali integrati e questo sistema multi-gas, nel quale il metano, il biometano e il GNL costituiranno i combustibili di riferimento, farà da ponte nei prossimi decenni verso una economia de-carbonizzata.

Questo scenario pone già oggi problematiche di natura tecnica attinenti sia la compatibilità qualitativa di questi nuovi gas rispetto al gas metano, sia tutta una serie di problematiche sulla sicurezza, centrate sulle modalità di immissione nelle reti esistenti, odorizzazione, telemisura e telegestione, cyber-security per i nuovi combustibili.

Considerando che saranno necessari rilevanti investimenti sia per lo sviluppo del biometano sia del GNL, è indispensabile la definizione a livello legislativo e regolatorio di un quadro di lungo periodo che dia certezze agli operatori interessati: gli obiettivi di politica energetica, le regole per lo sviluppo delle infrastrutture, le politiche fiscali e tariffarie, le norme tecniche.

Sulla base delle significative esperienze maturate dal CIG grazie ai presidi a livello nazionale e internazionale dei tavoli tecnici responsabili per l’analisi di queste problematiche e per la predisposizione delle conseguenti norme tecniche, il Forum UNI-CIG 2017 farà il punto sullo stato dell’arte e sui prevedibili sviluppi del sistema integrato multi-gas, nei suoi vari aspetti rilevanti.

Ma naturalmente il forum UNI-CIG è molto di più: nella seconda giornata le sessioni tecniche, affronteranno temi accuratamente selezionati con la volontà di catturare le problematiche di maggiore impatto ed interesse per gli operatori del settore: dalla esposizione delle novità in tema di sicurezza nel settore del Post-Contatore, all’installazione degli smart meter, e molto ancora.

Ci auguriamo quindi che l’impostazione data al Forum UNI-CIG 2017 risponda alle esigenze delle Istituzioni e degli Operatori interessati e rifletta in modo appropriato le priorità sentite dal “mercato” in ragione delle criticità e delle opportunità esistenti e prospettiche.

Direzione Generale CIG

Scarica il documento